Josemaría Escrivá Obras
142

Fa' in modo che l'“umiltà dell'intelligenza” sia, per te, un principio assiomatico.

Pensaci bene e... non è vero che non si comprende come ci possano essere dei “superbi dell'intelligenza”? Lo spiegava bene un santo dottore della Chiesa: “È un disordine detestabile che l'uomo, vedendo Dio fatto bambino, voglia, proprio lui, insistere a sembrar grande sulla terra”.

Indietro Vedere il capitolo Avanti