Josemaría Escrivá Obras
587

Non hanno fede. —Ma hanno superstizioni. Riso e imbarazzo provammo per quel personaggio che perdeva la calma nel sentire una certa parola, in sé indifferente e inoffensiva —ma, per lui, di cattivo augurio— o nel vedere un gatto nero attraversare la strada.

Indietro Vedere il capitolo Avanti