Josemaría Escrivá Obras
 
 
 
 
 
 
  Cammino > Proselitismo > Punto 793
793

Proselitismo*. —È il segno certo dell'autentico zelo.

* Il termine "proselitismo" deriva da "proselito", che designa nella Bibbia una persona proveniente da un altro popolo che si preparava ad accogliere la fede giudaica. La Chiesa accolse per analogia questa parola: ad esempio, san Giustino scriveva di "fare proseliti" per riferirsi alla missione apostolica dei cristiani, diretta a tutti (cfr. Mc 16, 15). Molti autori spirituali, tra i quali anche san Josemaría, hanno impiegato la parola "proselitismo" in questo senso, come sinonimo di apostolato o di evangelizzazione: un agire, caratterizzato tra l'altro da un rispetto assoluto per la libertà, che non ha nulla a che vedere con l'accezione negativa assunta da tale vocabolo negli ultimi anni del XX secolo. Nel solco di questa tradizione, san Josemaría usa qui la parola "proselitismo" con il significato di proposta, invito, rivolto a colleghi e amici a condividere la chiamata di Cristo, mostrando loro l'orizzonte del suo Amore (cfr. Cammino, n. 790 e 796) (Ndt).

[Stampa]
 
[Invia]
 
[Palm]
 
[Salva]
 
Traduci il punto in:
Indietro Vedere il capitolo Avanti