Josemaría Escrivá Obras
 
 
 
 
 
 
  Cammino > Presenza di Dio > Punto 274
274

“Padre —mi diceva quel ragazzone (che ne sarà stato di lui?), bravo studente della Central*— pensavo a quello che lei mi ha detto... che sono figlio di Dio! E per la strada mi sono sorpreso impettito al di fuori e superbo al di dentro... figlio di Dio!”.

Gli consigliai, con coscienza sicura, di fomentare la “superbia”.

* La Central: così si chiamava l’Università di Madrid, al tempo in cui fu scritto Cammino (Ndt).

[Stampa]
 
[Invia]
 
[Palm]
 
[Salva]
 
Traduci il punto in:
Indietro Vedere il capitolo Avanti