Josemaría Escrivá Obras
 
 
 
 
 
 
  Cammino > Comunione dei Santi > Cap. 24
544

La Comunione dei Santi. —Come potrei spiegartela? —Sai che cosa sono le trasfusioni di sangue per il corpo? Ebbene, così viene a essere la Comunione dei Santi per l'anima.


545

Vivete una vostra particolare Comunione dei Santi: e ognuno sentirà, al momento della lotta interiore, come pure al momento dell'impegno professionale, la gioia e la forza di non essere solo.


546

Figliolo, come hai vissuto bene la Comunione dei Santi, se mi hai scritto: “Ieri "ho sentito" che lei pregava per me”!


547

Un altro, anch'egli consapevole di questa “comunicazione” di beni soprannaturali, mi scrive: “La lettera mi ha fatto molto bene: si sente che giunge "impregnata" delle preghiere di tutti!... e io ho molto bisogno che preghino per me”.


548

Se senti la Comunione dei Santi —se la vivi— sarai di buon grado uomo penitente. —E capirai che la penitenza è “gaudium, etsi laboriosum” —gioia, anche se faticosa: e ti sentirai “alleato” di tutte le anime penitenti che sono state, sono e saranno.


549

Ti sarà più facile compiere il tuo dovere se pensi all'aiuto che ti prestano i tuoi fratelli e all'aiuto che tu smetti di dar loro se non sei fedele.


550

Ideo omnia sustineo propter electos” —tutto io soffro, per gli eletti, “ut et ipsi salutem consequantur” —affinché anch'essi ottengano la salvezza, “quae est in Christo Iesu” —che è in Cristo Gesù.

—Splendido modo di vivere la Comunione dei Santi!

—Chiedi al Signore di darti lo stesso spirito di San Paolo.


[Stampa]
 
[Invia]
 
[Palm]
 
[Salva]
 
Traduci il punto in:
Indietro Avanti